Onestà. Etica. Fiducia.
16.12.2019

RIMBORSI BANCHE FALLITE 2

Con un emendamento alla manovra approvato in commissione Bilancio del Senato è stato prorogato di due mesi il termine per ottenere il ristoro dei pregiudizi ingiusti subiti dalle banche poste in liquidazione coatta amministrativa dopo il 16 novembre 2016 e prima del 1 gennaio 2018.

  L'emendamento approvato concede due mesi in più per formalizzare le istanze dei risparmiatori truffati o rimasti coinvolti nel crack delle banche venete (Popolare di Vicenza e Veneto banca con le loro controllate) e quelle del centro Italia (banca Etruria, banca delle Marche, CariChieti e CariFerrara). Il termine per ottenere l'accesso al Fir era di 180 giorni dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto attuativo della manovra approvata lo scorso anno e che, quindi il 20 febbraio 2020. Ora con due mesi di proroga in più i risparmiatori avranno tempo non più fino a febbraio 2020 bensì fino ad aprile 2020 per chiedere il rimborso degli investimenti perduti e presentare documentazione e istanza di accesso, solo in via telematica, al portale della Consap.

Se sei stato vittima del crack delle Banche e non te la senti di provvedere da solo a tutti gli adempimenti necessari per ottenere il rimborso, clicca qui e inviaci la richiesta di consulenza; provvederemo noi a tutto.